CRESTANA S.r.l.s.

PROSPEZIONI GEOFISICHE

Le prospezioni geofisiche consentono di ottenere in maniera veloce, non invasiva, relativamente economica, informazioni sulla natura e sulla struttura del sottosuolo, per la risoluzione di problematiche inerenti la geologia ambientale, l’idrogeologia, la geotecnica, l’ingegneria civile. Prospezioni Geofisiche Queste metodologie consentono di definire le caratteristiche geologiche e geometriche del sottosuolo indagato, attraverso la definizione spaziale dei parametri fisici che li caratterizzano. La prospezione geofisica può essere finalizzata all’esplorazione preliminare delle aree di interesse o all’approfondimento di modelli geologici sito-specifici, anche attraverso l’utilizzo integrato di diverse metodologie di indagine. Inoltre, nell’ambito delle procedure di calcolo ingegneristico e della valutazione della risposta sismica locale, secondo la normativa tecnica in materia di progettazione antisismica, determinate metodologie di indagine sismica hanno raggiunto fondamentale importanza per la possibilità di definire il parametro Vseq e quindi la categoria di sottosuolo, come richiesto dalla normativa vigente (NTC 2018 – D.M. 17/01/2018). CRESTANA S.r.l.s. applica queste metodologie attraverso l’utilizzo di una strumentazione moderna e versatile nel rispetto delle normative in materia di sicurezza ed è in grado di lavorare in condizioni logistiche differenti, anche su terreni e strutture complesse, fornendo la restituzione dei dati tramite Rapporti Tecnici di dettaglio ed elaborazioni grafiche.

Sismica a rifrazione in onde P e S
Tomografia sismica
– Analisi delle onde di superficie mediante metodologie MASW attiva, MASW passiva (ReMi), ESAC e HVSR
– Sismica in foro (Down-Hole e Cross Hole)
– Tomografia elettrica e SEV
– Georadar GPR
– Prospezione elettromagnetica ad induzione

CRESTANA S.r.l.s. esegue prospezioni sismiche a supporto di Studi di Microzonazione Sismica secondo i criteri nazionali (ICMS 2008), divenuti oggi un riferimento a livello nazionale per gli studi finalizzati alla caratterizzazione sismica del territorio.

Gli studi di Microzonazione Sismica si propongono sia di identificare e perimetrare le aree a differente pericolosità sismica locale (microzone, solitamente grandi alcuni ettari o alcuni isolati), sia di stimare le risposte dei terreni delle diverse microzone, in modo da stabilire gerarchie di pericolosità e fornire elementi conoscitivi per una pianificazione del territorio e progettazione delle opere, adeguate alla pericolosità sismica del sito.